0 thoughts on “Contacts

  1. Alessio Brancaccio

    Salve a tutti,
    scrivo da Avezzano (AQ). Se mi permettete devo dare un ammonimento circa il commento precedente di Giuseppe, perché un vero ragazzo di sinistra non sosterrebbe che la Ciemmona è una manifestazione più da centro sociale che da coinvolgimento delle masse! E’ un evento che secondo me andrebbe esteso in tutta Italia e non soltanto nelle città maggiori dove solitamente è più facile fare massa critica, ma non per questo si deve discriminare una manifestazione che ha il preciso intento di passare una giornata bellissima tutti insieme che di solito tra mille impegni lavoro e vita quotidiana non è facile usufruirne, quindi andrebbe apprezzata maggiormente e creare le condizioni per farla conoscere in tutto il mondo. Io vengo dalla corsa, dal fondo più precisamente e dal 2008 vado anche in bicicletta e vivendo in prima persona la questione dell’andare in bici in sicurezza, dal 2009 al 2011 ho voluto appoggiare la causa della mobilità sostenibile con un comitato locale e dall’Ottobre dell’anno scorso sono membro di Ruotalibera Bari nonché socio FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta). La necessità è quella di richiamare l’attenzione delle nostre istituzioni nell’ideazione e realizzazione concreta di reti integrate alla mobilità sostenibile attraverso piste ciclabili che non siano solo parte integrante del paesaggio costiero o cittadino, ma anche come collegamento extraurbano. Ormai la gente deve iniziare a rendersi conto che prendere l’automobile nei centi abitati non conviene più sia in termini salutistici che di costi mensili, il mercato crolla sempre più e la crisi che da una parte ha posto un serio freno allo sviluppo motorizzato della nostra Penisola, dall’altro finalmente ha portato alla progressiva affermazione delle due ruote. Io intendo costituire assieme a tutti voi parte attiva di questo processo e mi batterò fino alla fine affinché i diritti di noi ciclisti siano riconosciuti. E’ un nostro diritto fare sport o semplici passeggiate senza la costante paura di finire investiti dalle auto, la bici deve tornare un piacere e con immenso piacere prometto di essere dei vostri da questa edizione del decennale 2014 in poi!
    Un sincero e sentito saluto a tutti, a presto! 🙂

  2. Saverio Proto

    Ciao,
    per fortuna che ci sono questi ragazzi dei centri sociali e delle ciclofficine con la passione della bicicletta. Altrimenti ad aspettare quelli di sinistra come te non ci sarebbe stata nessuna Ciemmona, nessuna comunicazione, e niente di niente.
    La Ciemmona vuole cambiare questo che tu chiami “mondo esterno”. Se aprirsi al mondo esterno significa cambiare la propria natura, allora quello che suggerisci non si puo’ fare. Non si puo’ certo cambiare la Ciemmona per farla vedere di “buon occhio” a qualcuno !

  3. giuseppe

    ciao a tutti
    non vedo l’ora che ci sia la ciemmona, vorrei però criticate l’immagine che date di questa iniziativa che sembra essere legata alla passione per i centri sociali più che a quella per la bicicletta. Ve lo dice uno di sinistra, ma sappiate che molta gente non parteciperà o vedrà di malocchio la cosa perchè la comunicazione è impostata solo sul raggae o sui fricchettoni rasta, sandali e bicicletta sfondata anni 70… apritevi un po anche al mondo esterno e cercate di capire dove vivete

Leave a Reply